contemporary stuff: Mr. Nobody, di Jaco Van Dormael

Mr. Nobody 01Il cinema di fantascienza, se ben studiato, può offrire validissimi spunti di riflessione, ponendo lo spettatore di fronte a dei quesiti che vengono solitamente mascherati da problemi tipici di un futuro prossimo ma che, è evidente, sono significativi anche per l’uomo contemporaneo. Mr. Nobody è sì uno sci-fi, ma in maniera abbastanza soft, mescolando elementi fantasy ed essendo pervaso di drammi sentimentali e della vita di tutti i giorni. Quando uscì ricevette il plauso di critica e pubblico e anche a me non dispiacque affatto, per questo ho deciso di parlarne con i lettori del blog.

Il protagonista è Nemo Nobody (nessuno in latino e nessuno in inglese, insomma, un signor nessuno, proprio): a 118 anni, nell’anno 2092, viene intervistato da un giornalista circa la sua lunghissima vita, essendo ormai l’ultima persona sul pianeta ancora mortale. L’uomo, apparentemente non troppo lucido di mente, rivela invece una personalità decisamente interessante e una storia tutt’altro che noiosa. Anzi, più storie.

Tutto inizia quando un bambino, il piccolo Nemo, davanti alla vetrina di una pasticceria, deve scegliere se comprare un dolcetto o un altro. La scelta sarà determinante per il suo futuro. No, scherzo, non è quella la decisione importante, è un’altra, anche se mi piace vederla così, è più divertente. COMUNQUE. In base a ciò che deciderà, la sua vita potrà seguire un determinato percorso, o un altro, o un altro ancora. Ciascuno di essi viene mostrato, lasciando un po’ interdetto lo spettatore, che non capisce bene il perché di tutte queste vicende alternative. La spiegazione emerge a poco a poco, fino alla rivelazione finale. Consiglio vivamente di non spoilerarsi la trama.

Mr. Nobody 02

La storia è una sequela di problemi di vita, dalle vicissitudini familiari alle turbe amorose, dalle delusioni alle speranze, eccetera. Insomma, se non fosse per gli elementi bizzarri di cui ho parlato prima, sarebbe l’ennesimo film terra-terra realistico e strappa-lacrime, in cui non succede un cavolo, tipo Manchester by the Sea (cough cough). Ma, in ogni caso, anche questi aspetti così triti e ritriti sono proposti con dovizia, senza annoiare lo spettatore, che si vede sbalzato avanti e indietro nel tempo, da un universo ad un altro. Alla fine si può forse restare delusi dalla spiegazione di tutto ciò e dal punto di arrivo della pellicola, epperò secondo me gli si perdona anche la scelta opinabile su come concludere, perché a suo modo è originale. E poi comunque nel complesso è gradevole, non noioso, quindi ci sta perfettamente per una serata all’insegna del cinema impegnato ma non troppo.

Jared Leto è stato talmente osannato nella sua performance che mi sembra ridondante, da parte mia, sciorinare un’altra ondata di elogi. Certo è che è senza dubbio sfaccettato nella sua interpretazione, riuscendo a risultare credibile sia quando interpreta il se stesso adulto, sia quando è l’anziano. Quest’ultimo, poi, è piuttosto spassoso. Gli altri attori, se mi è consentito, non sono nomi altrettanto grossi – a parte Diane Kruger che ha una discreta carriera alle spalle – e comunque sbiadiscono un po’ accanto al protagonista assoluto, attorno a cui ruotano tutti gli altri personaggi.

Mr. Nobody 03

Il regista Jaco Van Dormael, che fino ad allora si era dedicato quasi solo a documentari e cortometraggi, fa centro consegnandoci quello che è – finora – il suo capolavoro. Anche Dio esiste e vive a Bruxelles ha ottenuto un discreto successo, ma ritengo che, per adesso, Mr. Nobody sia la punta di diamante della sua filmografia. Non è molto prolifico quanto a produzioni e, pur augurandogli ogni bene, non posso non domandarmi se in futuro non sarà ricordato proprio per quest’opera. Oltre che come regista, svolge un ottimo lavoro come sceneggiatore, ruolo che in questo caso è quanto mai determinante per la qualità del prodotto finale: i dialoghi sono azzeccati, i passaggi da un tempo all’altro sono studiati affinché si rimanga spiazzati ma non totalmente confusi.

Musiche, scenografie, fotografia, costumi… tutto è estremamente curato e pervaso di simbolismo: dalla colonna sonora eseguita da un’orchestra generalmente a pochi strumenti (se non la sola chitarra), agli abiti dei personaggi dai colori che rimandano a caratteristiche psicologiche, dalle citazioni all’effetto farfalla e alla sequenza di Fibonacci, alla cura negli effetti speciali per mostrare un futuro originale rispetto a quanto già proposto sul grande schermo.

Se non l’avete ancora visto, questa mia recensione potrebbe essere l’occasione buona per procurarselo (spero!), essendo un prodotto decisamente originale e, a mio avviso, passato abbastanza in sordina a suo tempo, basti pensare che è stato doppiato in italiano soltanto nel 2016.

___

Mr. Nobody (2009, Belgio / Germania / Canada / Regno Unito / USA / Francia, 141 min)

Regia e Sceneggiatura: Jaco Van Dormael

Musiche: Pierre Van Dormael

Interpreti principali: Jared Leto (Nemo Nobody), Sarah Polley (Elise), Diane Kruger (Anna), Linh Dan Pham (Jean)

4 pensieri riguardo “contemporary stuff: Mr. Nobody, di Jaco Van Dormael

  1. Giù le mani da Manchester by the sea! Ah marrano, hai inaugurato la prima faida interna sui film 😛
    Comunque di Von Dormael ho visto “Dio esiste…” e mi è piaciuto abbastanza. Di un cinismo talmente ‘oltre’ da risultare perfino delizioso

  2. Visto su Netflix, sono tornato qui a rileggere l’articolo di Mattia. Che film… assurdo! Per quanto mi riguarda potrei dirne sia bene che male, e senza fingere; non posso che apprezzare un film che è riuscito a rendere del tutto relativo e irrilevante il mio metro di giudizio.

Commenti

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.