I luoghi del cinema: la spiaggia di Momenti di gloria

luoghi momenti di gloria 6Chi ha visitato la Scozia, e in particolar modo la parte bucolico-selvaggia delle Highlands e delle isole del Nord e dell’Ovest, non può che esserne rimasto innamorato. Magari non per il clima, spesso inclemente, con venti incessanti e il rischio di precipitazioni sempre dietro l’angolo (ancor di più che nella decisamente più mite Inghilterra). Però, signori miei, i paesaggi che si possono ammirare in Scozia hanno ben pochi eguali in Europa (a mio avviso superano anche quelli irlandesi) e non a caso il più settentrionale dei Paesi che formano il Regno Unito è stato scelto in diverse occasioni come location per il cinema, nonostante – per l’appunto – un tempo atmosferico che rende spesso difficili le riprese.

Partiamo dunque dalla Scozia per inaugurare questa serie di post dedicati ai Luoghi del cinema, che avevamo promesso tempo fa. Ed ora che è giunto il tempo delle vacanze e che i nostri pensieri tendono a spostarsi dalle sale cinematografiche alle ferie incombenti, il momento sembra proprio quello più opportuno.

Come molti sapranno, Momenti di gloria (Chariots of Fire) è ambientato nei primi anni Venti del Novecento e narra della preparazione della squadra britannica di atletica per le Olimpiadi di Parigi del 1924 e della successiva partecipazione ai Giochi.

Non è tuttavia l’occasione – almeno in questa sede – di parlare dell’intero film, bensì di una scena in particolare, quella che apre la pellicola sui titoli di testa, subito dopo il prologo ambientato nel 1978. Una sequenza divenuta memorabile anche grazie alla straordinaria colonna sonora di Vangelis, che vinse uno dei quattro Oscar che si portò a casa il film di Hugh Hudson (gli altri sono quello per il miglior film, quello per la miglior sceneggiatura originale e quello per i migliori costumi, che andò all’intramontabile Milena Canonero).

La dissolvenza incrociata tra il prologo e la scena della spiaggia avviene quando l’incipit dell’indimenticabile brano di Vangelis ha già cominciato a udirsi in lontananza. La carrellata con il dettaglio delle gambe degli atleti, che si allenano correndo a piedi nudi sulla spiaggia, si alza fino ad inquadrare i mezzi busti dei ragazzi, che mostrano un variegato ventaglio di espressioni, che vanno dalla fatica, alla speranza, alla gioia.

luoghi momenti di gloria 4

La corsa avviene sul bagnasciuga e la spiaggia si vede soltanto dopo uno stacco di montaggio che passa dal piano medio al campo lunghissimo, con gli atleti raggruppati in lontananza.

Per mezzo di una panoramica ci viene dunque svelata la location: siamo nella cittadina di Saint Andrews, Scozia, il cui profilo inconfondibile si intravede in lontananza dopo la rotazione della macchina da presa, che indugia poi su un campo medio, quello di un ragazzino ed un anziano che guardano i ragazzi passare loro davanti.

luoghi momenti di gloria 3

Saint Andrews è una ridente città universitaria situata nella parte orientale della Scozia, affacciata sul Mar del Nord, a un’ora e mezza di macchina a nord-est di Edimburgo.

map_of_scotlandÈ famosa per essere la località in cui è nato lo sport del golf (anche se le sue origini sono controverse), e non per nulla un campo da golf viene mostrato subito dopo l’ultima inquadratura della spiaggia, nella specie quello che si trova di fronte al Carlton Hotel.

La spiaggia di West Sands, lunga circa 2,5 chilometri e situata a nord della cittadina, è davvero molto vasta nella sua parte iniziale e si trova ad est del complesso di St. Andrews Links, un’enorme area verde occupata da campi da golf visibili dalla stessa spiaggia.

Non ci resta che riproporre, qui di seguito, la sequenza iniziale del film, con l’invito, se mai doveste capitare in terra di Scozia, a passare per la cittadina di St. Andrews, di cui – oltre alla suddetta spiaggia – non ci si può esimere dal visitare il bellissimo centro storico.

14 pensieri riguardo “I luoghi del cinema: la spiaggia di Momenti di gloria

  1. Grazie! Molto interessante l’idea di rendere concrete e visitabili le scene più toccanti dei film. Sono stata in Scozia l’anno scorso, purtroppo non ho visto questa spiaggia, ma condivido l’innamoramento.

    1. Eh ma perché molto spesso le location non si conoscono tanto, a meno di essere dei fanatici come noi!😉
      Tante guide non le citano nemmeno, quando invece ad alcuni interesserebbe saperlo…
      Sì comunque la Scozia è meravigliosa!

  2. Questo è un film che non vedo dagli anni ’80 😛 E’ abbastanza sparito dalla circolazione, a pensarci bene… Ottima scusa per rivederlo!

    1. addirittura dagli anni 80?!
      è vero che è sparito un po’ dai radar, nonostante sia una pellicola che ha vinto l’oscar come miglior film…
      eppure con il fatto che ha un’ambientazione storica è destinato a non invecchiare mai…
      diciamo che almeno una volta ogni quadriennio, prima delle Olimpiadi e per entrare nello spirito, sarebbe da vedere… 😀

    1. sì St. Andrews è davvero molto carina… è sul mare, è piena di giovani (col fatto che è una città universitaria), ha un bellissimo centro storico e dei ruderi come ce ne sono un po’ in tutto il Regno Unito… e poi questa bellissima spiaggia e i campi da golf… insomma, merita la gita da Edimburgo o la deviazione a est per chi fa il tour delle Highlands…

  3. Beh, direi che con questa leggendaria sequenza si parte decisamente alla grande! 🙂
    Non sono mai stata in Scozia ma, banalmente, mi piacerebbe molto visitare questa spiaggia che ha regalato alla storia del cinema una delle sequenze più iconiche accompagnata da una soundtrack altrettanto monumentale. Credo sia una di quelle scene che tutti, almeno una volta nella vita, hanno cercato di ripetere nella realtà 😀

  4. Il film naturalmente non l’ho mai visto anche se è impossibile non conoscere la musica. Le scene spiaggifere le avevo comunque più o meno in mente, ma ignoravo che fossero proprio all’inizio. Ma la musica si sente anche dopo? Sembra un pezzo che accompagna un momento culminante di gloria, a fine film, invece così all’inizio mi spiazza!

    1. sì la musica torna più volte nel corso del film (e meno male!)…
      messa lì all’inizio potrebbe sembrare spiazzante, invece ti catapulta fin da subito nell’atmosfera del film e, soprattutto, ti fa venire la pelle d’oca fin dalla prima scena…
      (p.s.: se non l’hai visto devi recuperarlo assolutamente!)

Commenti

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...