books about movies: Ciak, si spara, di Nico Parente

Crime Story, oltre a essere una celebre serie televisiva statunitense, andata in onda tra il 1986 e il 1987, è anche un modo per definire tutte quelle opere cinematografiche e televisive dove i protagonisti principali sono dei criminali spietati e senza scrupoli. E questo libro, scritto da Nico Parente, giornalista e critico cinematografico, analizza proprio quei film e quelle serie tv, ispirati a fatti realmente accaduti e personaggi realmente esistiti, che appartengono al genere del “gangster/crime”. L’obiettivo della ricerca è il confronto tra il reale svolgimento dei fatti e le rispettive trasposizioni filmiche, con la consapevolezza che lo spettatore non è un criminale, ma è semplicemente attratto dalla possibilità di poter rivivere in prima persona un fatto cruento realmente avvenuto, senza restarne coinvolto.

Una rievocazione che non è sempre una fedele trasposizione dei fatti accaduti, ma che a volte si lascia andare a ricostruzioni di fantasia, a scene di azione, per l’impossibilità di ricreare quanto accaduto nella realtà, a discapito della stessa fedeltà storica. Con il desiderio che il pubblico sia più consapevole dei messaggi impliciti presenti in simili opere. E proprio questo è il punto di partenza del saggio, dove, con una giusta e attenta scelta di film e serie tv, l’autore ha voluto ripercorrere alcuni fatti criminali accaduti nel nostro paese e, analizzando il prodotto cinetelevisivo, mettere in evidenza le incongruenze (e relativi fraintendimenti) tra la realtà dei fatti e la loro interpretazione. I film e le serie illustrati nel libro sono tutti tratti da fenomeni di malavita organizzata che, da Nord a Sud della Penisola, hanno sparso terrore, sangue e morte. Per questo testo sono state prese in considerazione le seguenti opere: Uno Bianca, Romanzo Criminale-il film, Il Capo dei Capi, Romanzo Criminale-la serie, Gomorra-il film, Vallanzasca, gli angeli del male, Faccia d’angelo, Gomorra-la serie e Suburra-il film. E proprio Gomorra, a giudizio dell’autore, rappresenta un perfetto esempio di docu-film, dove sono raccontate le “tragiche facce della nostra Italia, ricorrendo alle verità, ai fatti puri e semplici, a uomini e non a personaggi“.

___

Ciak, si spara, di Nico Parente (Nicola Pesce Editore, 2017, 160 pagg.)

Commenti

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.