i migliori film del decennio (2010-2019): una classifica serissima (e pseudo-oggettiva)

L’occasione della fine degli anni Dieci e dell’inizio di un nuovo decennio è stata colta da più parti per proporre liste e classifiche dei migliori film del periodo 2010-2019. Molte di tali classifiche sono assolutamente soggettive, basate sulle opinioni e sui gusti di chi le ha stilate. Alcune sono invece pseudo-oggettive, in quanto raccolgono il gradimento di una pluralità di opinioni e voti espressi da comunità più o meno nutrite (quelle dei critici o quelle degli iscritti a determinati siti di cinema). Insomma: l’oggettività come media indistinta e statisticamente rilevante di singoli giudizi soggettivi.

Noi abbiamo voluto fare un passo ulteriore.

Abbiamo infatti tentato di fare una classifica ancor più oggettiva andando a fare una media delle più importanti classifiche “oggettive”, così da avere una media delle medie, dotata di una particolare significatività statistica.

Ma andiamo con ordine.

Quali siti sono stati presi in considerazione?

Abbiamo preso in considerazione soltanto i siti che esprimono indici di gradimento formati da pluralità di voti o recensioni. Per avere dati statisticamente significativi abbiamo preso a riferimento due tra i siti di cinema più frequentati al mondo e due tra quelli più importanti per quanto riguarda l’aggregazione di giudizi della critica. Per un totale di quattro siti, due dei quali pertanto espressivi del giudizio del grande pubblico e due dei pareri degli addetti ai lavori.

I siti, ben noti agli amanti del cinema, sono i seguenti:

IMDb, il sito – di proprietà di Amazon – che costituisce uno dei più ricchi database di cinema della rete e in cui gli utenti possono dare voti ai film in una scala da 1 a 10. Per IMDb è stato preso a riferimento, ovviamente, il valore del voto medio derivante dai giudizi espressi dagli iscritti al sito (stimati in circa 83 milioni a gennaio 2020).

Letterboxd, un social network a tema cinematografico dove gli utenti possono esprimere voti su una scala che va da 0,5 a 5 stelle. Letterboxd contava (a fine 2019) circa 1,5 milioni di iscritti. Molti meno, quindi, rispetto a IMDb, ma generalmente più attivi, dato che spesso il numero di votanti per singolo film è all’incirca lo stesso (quando non superiore) tra Letterboxd e IMDb.

Rotten Tomatoes, un aggregatore di recensioni scritte da critici e giornalisti. Qui lo strumento utilizzato ai nostri fini è stato il TomatoMeter, un indice che calcola la percentuale di recensioni positive sul totale delle recensioni prese in considerazione dal sito.

Metacritic, infine, è un altro aggregatore di recensioni di critici e giornalisti. Lo strumento che questo sito utilizza per la valutazione delle pellicole, il MetaScore, ha tuttavia un funzionamento diverso dal TomatoMeter di Rotten Tomatoes. Il MetaScore è infatti una media ponderata (ottenuta secondo un calcolo fatto dal sito stesso) dei giudizi espressi nelle recensioni dei principali critici cinematografici e nelle altre recensioni delle riviste specializzate.

Quali film sono stati presi in considerazione?

Non essendo ovviamente possibile analizzare tutti i film usciti in questo decennio (il lavoro è già stato lungo e complicato così come l’abbiamo portato avanti), e considerato che i voti/indici sarebbero stati quelli dei quattro siti predetti, abbiamo operato come segue.

Abbiamo preso in considerazione:

  • la top 250 di IMDb, ovvero la lista dei 250 film con il voto più alto tra quelli espressi dagli utenti registrati al sito (voti cui IMDb applica algoritmi e correttivi indispensabili per fornire una classifica il più possibile non alterata);
  • i primi cento film della Letterboxd “The 2010s—Top 250 Narrative Features”, contenente i film dello scorso decennio che al 01.01.2020 avevano registrato i voti più alti tra quelli espressi dagli utenti del sito (anche in questo caso, con alcuni correttivi);
  • la “Top 100 Movies of All Time” di Rotten Tomatoes, contenente la lista dei 100 migliori film di tutti i tempi secondo un algoritmo elaborato da Rotten Tomatoes (l’Adjusted Score);
  • i primi 15 film di ogni anno della classifica stilata da Metacritic per i migliori film dal 2010 al 2019.

Molti film erano, ovviamente, in comune, e di essi abbiamo tenuto soltanto le opere uscite al cinema in Italia dal 1.01.2010 al 31.12.2019.

Siamo arrivati così ad un totale di 178 film.

E com’è stato calcolato il punteggio che ha determinato la classifica finale?

Dei 178 film estratti secondo le regole sopra riportate, abbiamo preso in considerazione:

  • il voto medio su IMDb,
  • il voto medio su Letterboxd,
  • il TomatoMeter di Rotten Tomatoes,
  • il MetaScore di MetaCritic,

come presenti sui vari siti al 15 gennaio 2020.

Abbiamo quindi rapportato su base 100 i vari voti/indici e abbiamo infine calcolato il voto medio, estraendo poi i venti film meglio posizionati.

Dopo avervi raccontato il metodo con cui siamo giunti ad ottenere questa classifica e il lungo lavoro sottostante, non resta che andare a vedere quali sono i venti migliori film del decennio 2010-2019.

VAI ALLA CLASSIFICA

11 pensieri riguardo “i migliori film del decennio (2010-2019): una classifica serissima (e pseudo-oggettiva)

  1. È molto interessante per testare il gusto del vasto pubblico, abituale fruitore di cinema, e poi rivederlo in retrospettiva…
    Io mi occupo di collezioni di musica classica, cioè metto le mani su ciò che chi se lo poteva permettere (spesso nobili, ricconi, editori o impresari teatrali) comprava, per gusto personale, nelle diverse epoche, ed è curiosissimo notare come chi fruiva la musica nel decennio 1790-1800, per esempio, considerava “imperdibili capolavori” cose oggi del tutto dimenticate (Wagenseil, Pichl, Vanhall, Anfossi, Cimarosa), e snobbava come “cosette noiose o complicate” gente oggi considerata “mostro sacro” (Mozart, Beethoven)…
    Uno degli ennesimi rifacimenti (proprio considerabile “remake” e “reboot”) di una «Didone Abbandonata» (che è come dire «A Star is Born», «Piccole donne» o «Spider-Man») era considerato molto più “bello” di un quartetto di Beethoven…
    Sicché, tutti questi ingenti dati saranno utilissimi tra molto tempo per farci riflettere, come lo sono stati i dati di noleggio dei «nickelodeon» degli anni 1888-1918, in cui le storielle dei bassifondi, le «Passioni di Cristo» e le «capanne dello zio Tom» erano molto più richieste dei film di Méliès (per esempio)…

    1. Splendido esempio!
      Più in “basso” posso testimoniare corme anche in tempi ristrettissimi i gusti cambino in modo così profondo e radicale da lasciare stupiti: nei primi anni Novanta chi parlava di supereroi era uno “sfigato”, un ragazzino troppo cresciuto, oggi le supertutine sono la pietra di paragone dell’intrattenimento….
      Nell”arco di pochi decenni ho visto i gusti cambiare in modo così radicale da pensare che non possono essere le stesse persone ad avere mutamenti così profondi! Ormai quello che una volta ci volevano secoli per cambiare nel gusto basta un attimo…

    2. Sicuramente i dati vanno letti per quello che sono, una media tra il gradimento del pubblico internazionale (pur con numeri vastissimi a supporto) e il gradimento della critica e degli addetti ai lavori…
      Sarà interessante fare questo lavoro anche per gli altri decenni, perché il giudizio sugli anni Dieci è ovviamente ancora… caldo…
      E infatti il paragone che fai con gli ascolti di musica colta di due secoli fa ci sta…
      Ma se andremo ad analizzare, ad esempio, i film degli anni sessanta, il dato sarà più significativo…
      Basti pensare a Vertigo, da vent’anni ritenuto il miglior film della storia del cinema dopo che Hitchcock è stato per decenni trattato come un mestierante qualunque…

    1. sì è stato un lavoretto mica da ridere😁…
      Poi, in effetti è difficile entrare nel merito, perché inevitabilmente si finirebbe per dare giudizi soggettivi…
      Ad ogni modo, grazie🙂

    1. Sì ci sono titoli che non ti aspetti e altri che invece ci si aspetta, film molto noti e altri meno… in ciò è una classifica sicuramente varia…

    1. Beh Parasite, numero uno (e con ampissimo distacco sul secondo), in quanto (neo-eletto) film del decennio va visto sicuramente!!

  2. Vanno molto in base a voti recenti, hm?
    Comunque un paio non li ho visti, un altro paio li trovo abbastanza sopravvalutati (Before qualcosa di Linklater, parte di una trilogia che odio XD)

    1. C’è un po’ di tutto, in realtà. Ovvio che essendoci in classifica un po’ di film del 2019, alcuni dei quali ancora in sala, dovremo fare un aggiornamento della classifica tra circa un annetto, quando il dato si sarà stabilizzato (ma non cambieranno di molto le cose)…

Commenti

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.