I migliori film della storia del cinema (II)

Riprendiamo questo viaggio tra i migliori film della storia del cinema secondo Sight & Sound, la prestigiosa rivista di cinema del British Film Institute che dal 1952, ogni dieci anni, redige la lista dei migliori film di sempre, interrogando i più autorevoli critici cinematografici mondiali.

Dopo aver esaminato la classifica del 1952, passiamo a quella successiva, stilata dieci anni dopo. Come rilevava Sight & Sound, non si voleva certamente arrivare alla chimera dell’oggettività (come si potrebbe, del resto?), ma semplicemente fornire un’indicazione riguardo a come l’opinione dei critici si stesse muovendo nella prospettiva del 1962.

La rivista dava atto, altresì, del ventaglio di novità e dell’esplosione di nuovi movimenti registrati nel mondo del cinema negli ultimi dieci anni: la Nouvelle Vague in Francia, gli sviluppi del cinema italiano dopo la stagione del neorealismo, la scoperta del cinema orientale da parte della cultura occidentale, l’evoluzione delle nuove cinematografie dell’Europa orientale e dell’America Latina.

I critici che ricevettero la lettera di Sight & Sound, in quell’occasione, furono oltre un centinaio, sempre di diversi Paesi. Giunsero 70 risposte, da Regno Unito, Francia, Stati Uniti, Svezia, Danimarca, Finlandia, Belgio, Italia, Spagna, Polonia e Unione Sovietica.

Il risultato è stato il seguente:

La classifica del 1962

***

10. L’Atalante (1934) di Jean Vigo

***

9. La terra trema (1948) di Luchino Visconti

***

6. ex aequo: La corazzata Potëmkin (1925) di Sergej M. Ėjzenštejn

***

6. ex aequo: Ladri di biciclette (1948) di Vittorio De Sica

***

6. ex aequo: Ivan il Terribile, Parte I (1944) di Sergej M. Ėjzenštejn

***

5. I racconti della luna pallida d’agosto (1953) di Kenji Mizoguchi

***

4. Rapacità (1924) di Eric von Stroheim

***

3. La regola del gioco (1939) di Jean Renoir

***

2. L’avventura (1960) di Michelangelo Antonioni

***

1. Quarto potere (1941) di Orson Welles

***

Il cinema italiano, dunque, perdeva la prima posizione guadagnata dieci anni prima da Ladri di biciclette, che scendeva al sesto posto (ex aequo con due film di Ėjzenštejn, La corazzata Potëmkin e Ivan il Terribile, Parte I, unico regista ad avere due opere nella top ten dopo che ciò era toccato, dieci anni prima, a Charlie Chaplin).

Entravano tuttavia in classifica due nuove pellicole italiane, La terra trema di Luchino Visconti e, soprattutto, L’avventura di Michelangelo Antonioni, girato soltanto due anni prima e già balzato al vertice delle preferenze di molti critici, tanto da piazzarsi al secondo posto. Con tre posizioni su dieci, quindi l’Italia dava atto del suo ruolo di primo piano nella cinematografia mondiale (e un altro film, Umberto D di Vittorio De Sica, si piazzava ventesimo).

Acquistavano posizioni, rispetto alla classifica di dieci anni prima, La regola del gioco di Jean Renoir (da decimo a terzo) e Rapacità di Von Stroheim (da settimo a quarto).

La scoperta da parte degli occidentali del cinema asiatico, di cui si è detto in apertura, portava all’ingresso in top ten del capolavoro di Kenji Mizoguchi I racconti della luna pallida d’agosto. Si trattava, peraltro, dell’unico film – insieme a L’avventura di Antonioni – ad essere entrato in top ten tra quelli usciti dopo la prima edizione della classifica (ossia dopo il 1952).

Altro nuovo ingresso in top ten era L’Atalante di Jean Vigo e, soprattutto, Quarto potere, che dal tredicesimo posto di dieci anni prima balzava direttamente in vetta, dove rimarrà – come si è avuto modo di dire – per cinque decenni consecutivi.

Tra gli esclusi dalla top ten, classificatisi subito a ridosso delle prime dieci posizioni, troviamo, tra gli altri, Hiroshima, mon amour di Alain Resnais, altro film – in allora – fresco di uscita nelle sale, Il lamento sul sentiero di Satyajit Ray (che dà conto di come l’apertura al cinema asiatico avesse riguardato anche l’India) e poi Zero in condotta di Jean Vigo e i due film che dieci anni prima si erano classificati al secondo posto ex aequo: Luci della città e La febbre dell’oro di Charlie Chaplin.

*** CONTINUA ***

2 pensieri riguardo “I migliori film della storia del cinema (II)

Commenti

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.