FAREASTREAM: se il festival (di cinema asiatico) diventa permanente

Tutto è iniziato durante l’edizione 2019 del Far East Film Festival (FEFF) quando è stato annunciato che era in progetto la realizzazione di una piattaforma dedicata al cinema asiatico, un’ipotesi che l’attuale emergenza sanitaria ha fatto diventare realtà, dopo aver costretto l’edizione 2020 del FEFF a svolgersi on line.

La piattaforma Fareastream è stata, infatti, attivata lo scorso mese di ottobre con i primi trenta titoli – parte dei quali già passati per il festival -, ai quali si sono aggiunti venti nuovi film (e altri sono previsti in avvenire).

Ogni settimana, per cinque settimane, a partire da venerdì 20 novembre e fino a metà dicembre, verranno caricati quattro film sul catalogo digitale, che continuerà a crescere e proporre agli abbonati il meglio del cinema d’Oriente.

E ce ne sarà per tutti i gusti: commedia, azione, drammatico, noir, thriller, catastrofico, sentimentale, fantasy, fantascienza e horror.

L’onore di aprire il “secondo tempo” del Fareastream è toccato a quattro opere miliari nel loro genere a cominciare da BurningL’amore brucia di Lee Chang-dong. Ispirato al racconto Granai incendiati di Murakami, è un mystery thriller carico di tensione drammatica che ruota attorno alle inquietudini di un triangolo amoroso.

Gli faranno compagnia Detective Dee e il mistero della fiamma fantasma, capostipite dell’irresistibile saga wuxia di Tsui Hark, Outrage, capostipite della violenta saga crime di Takeshi Kitano, e Tarda primavera, una delle pietre miliari del cinema gentile del sommo maestro Ozu Yasujiro (qui nello straordinario restauro digitale voluto dalla Shochiku).

Tra evergreen del FEFF e capolavori da riscoprire, grandi classici e primissime visioni, gli abbonati di fareastream possono muoversi dentro il menu della library in base al genere e alla provenienza geografica dei film o possono scegliere di percorrere uno degli itinerari monografici già messi a punto.

Ad esempio, quello dedicato al sommo maestro Ozu (assieme a Tarda primavera, ecco Tardo autunno, Il gusto del sakè e il fondamentale Viaggio a Tokyo, a tutt’oggi il blockbuster di fareastream). La piattaforma, ricordiamo, è attiva solo sul territorio italiano mentre tutti i film sono disponibili nella versione doppiata (quando presente) e in originale con sottotitoli.

E tra i tanti film troverete anche Zombie contro Zombie di cui abbiamo parlato poco tempo fa. Che programmi (cinetelevisivi) avete da qui a Natale?

www.fareastream.it

3 pensieri riguardo “FAREASTREAM: se il festival (di cinema asiatico) diventa permanente

  1. quanta bella roba… per me Burning secondo miglior film della scorsa annata e Zombi contro zombi film rivelazione del 2018, nonché uno dei film più metacinematograficamente intelligenti (e divertenti) che abbia mai visto!!

  2. Ci sono anche i film di un grande maestro del cinema, OZU Yasujiro, che difficilmente vedrete sul piccolo schermo.

Commenti

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.