Top 20 western (n.1)

ceraunavoltailwestLa cartucciera è finita, manca un solo colpo. E l’ultima pallottola che spariamo per la nostra top 20 viene dal padre del western all’italiana nella sua definitiva consacrazione sulla scena americana, in quello che fu il suo grande salto dal West metafisico degli studi di Cinecittà e mesas spagnole a quello concreto e “certificato” della Monument Valley e meridiani affini. Se avete seguito la nostra top 20 western, non potevano esserci molti dubbi sul titolo che abbiamo riservato per il gran finale. Del resto non poteva mancare un diamante del genere, che proprio nel 2018 compie 50 splendidi anni dalla sua uscita, per chi scrive certamente il capolavoro di Sergio Leone (il mio compare Aussie invece ha un debole per il Il buono, il brutto, il cattivo, piazzato qualche posizione fa), un film di sontuosa fattura con un cast semplicemente perfetto, dalle star di prima fila all’ultimo dei caratteristi.

Continua a leggere “Top 20 western (n.1)”

Top 20 western (n.5)

la-locandina-originale-de-il-fiume-rosso-46712Ne mancano solo cinque. Siamo finalmente arrivati alla cinquina d’oro di questa top 20, quei western che – almeno per me e Mattia – difficilmente potranno venir scalzati da visioni future. Da qui in poi vogliamo dedicare più spazio a ciascun film, per cui li tratteremo singolarmente cercando di approfondire alcuni aspetti che riteniamo maggiormente interessanti. Che ve ne pare di questa top 20, siete d’accordo con le nostre scelte? Avreste tolto o aggiunto qualche titolo? Fatecelo sapere nei commenti, intanto partiamo a rotta di collo con una pellicola della United Artists prodotta dal mitico Howard Hawks, da lui stesso diretta con l’ausilio di Arthur Rosson.

Continua a leggere “Top 20 western (n.5)”

Top 20 western (n.9 e n.8)

western top20 7Le porte del saloon sbatacchiano, gli speroni sferragliano sulle assi del pavimento; eccoci entrati nel gotha del genere western. Alle soglie della nostra top ten incontreremo tanto cinema classico, perchè il western più autentico porta parecchia polvere sugli stivali. In questa occasione vi verranno serviti due shots del nostro miglior blend, sputate il vostro tabacco e preparatevi a buttar giù due capolavori immortali…

Continua a leggere “Top 20 western (n.9 e n.8)”

Top 20 western (dal n.14 al n.12)

western top20 10E dunque abbiamo già scaricato i primi sei colpi del tamburo, non resta che tirare dritti su su per la mulattiera fino alla sommità del canyon… Spira un vento polveroso, calate il cappello e tirate su il bavaglio, andiamo a stanare i prossimi tre titoli; si inizia con un classicone della gloriosa casa di produzione Hecht-Lancaster, quindi un atipico e rivoluzionario “autoriale” anni ’70 e per concludere il trittico quello che io reputo l’ultimo grande western di frontiera.

Continua a leggere “Top 20 western (dal n.14 al n.12)”

contemporary stuff: The War – Il pianeta delle scimmie, di Matt Reeves

thewarIo ho un debole per Il Pianeta delle Scimmie di Schaffner, l’ho scritto pure nella mia presentazione in cui lo classificavo (forse un po’ ingenerosamente, visto che si tratta comunque di una colonna portante della sci-fi) come il mio guilty pleasure. Resta il fatto che il film, come tutta la saga, non mi pare susciti particolari entusiasmi nel pubblico; tra le grandi saghe cinematografiche è generalmente la meno citata, probabilmente anche perché annovera alcuni sequel che insomma, amore fin che vuoi, ma sono obiettivamente minori. Ho poi detestato il remake di Tim Burton e ho tiepidamente apprezzato il reboot di Rupert Wyatt L’alba del pianeta delle scimmie. Infine giunse nelle scuderie della 20th Century Fox un signore di nome Matt Reeves, uno che nel 2008 aveva fatto parlare di sé con l’ingegnoso monster-movie Cloverfield, e le scimmie risorsero per davvero.

Continua a leggere “contemporary stuff: The War – Il pianeta delle scimmie, di Matt Reeves”

Top 20 western (dal n.20 al n.18)

western top20 6Montate in sella, inizia il nostro viaggio nel mitico Far West. Come anticipato nel post introduttivo di Mattia alias Aussie Mazz, si tratta di un percorso attraverso 20 grandi pellicole western disegnato da due aficionados del genere, pertanto potete tenere la colt nella fondina, non siamo qui a dettare le tavole della legge ma vogliamo fornire semplicemente una mappa, frutto di un serratissimo lavoro in tandem. Come immaginerete, non è stato facile individuare questa ventina d’oro, ma tra qualche rimorso, qualche spostamento e qualche ripensamento eccola qui; si comincia dal fondo, con una antologia del western più classico, muovendo il nostro primo passo da prima dell’avvento del sonoro… Giddap, si parte!

Continua a leggere “Top 20 western (dal n.20 al n.18)”

Due anni di Netflix: 30 film che valgono il prezzo dell’abbonamento (la Top Ten)

top-10-netflixSi conclude questa selezione di 30 titoli tra i più apprezzabili del catalogo Netflix, siamo giunti ormai alla Top Ten. Il cerchio si stringe e finiamo inevitabilmente nel gotha del cinema universale, con una decina che – forse con un paio di eccezioni – si avvicina abbastanza a un ipotetico “canone”; non esiste oggettività nel cinema, è una chimera propugnata dalla critica, tuttavia statistiche alla mano questa rosa di vincitori esprime piuttosto bene la politica di Netflix quanto a compromesso tra arte e popolarità. Si tratta di dieci film che mantengono una certa equidistanza tra il cestone dei blockbuster e il bouquet dei cosiddetti “autoriali”. Continua a leggere “Due anni di Netflix: 30 film che valgono il prezzo dell’abbonamento (la Top Ten)”

Al cinema: Blade Runner 2049, di Denis Villeneuve

blade-runner-2049-poster-1Alla fine è diventata quasi una guerra intergenerazionale. I vecchi romantici adoratori del Blade Runner di Scott contro i nuovi rampanti seguaci del sequel di Villeneuve; se ci fate caso, vi accorgerete che sul web i toni si sono fatti piuttosto accesi. Francamente trovo che si tratti di una inevitabile collazione; futile fare i puristi del contingente con i paraocchi, fingere che non esista un così ingombrante precedente con cui fare i conti. Saranno anche baruffe da cortile ma l’uscita di questo film rappresenta secondo me un ulteriore allargamento della faglia che separa due continenti, il vecchio dal nuovo, la deriva quasi compiuta (in senso fisico, fenomenologico) del cinema contemporaneo da ciò che è stato, una zattera di pietra che si stacca con i suoi accoliti dei quali risuona il coro beffardo: “Addio guardiani del museo, noi stiamo con Villeneuve, Refn e Dolan!”.

Continua a leggere “Al cinema: Blade Runner 2049, di Denis Villeneuve”

Due anni di Netflix: 30 film che valgono il prezzo dell’abbonamento (20-11)

Netflix 2Continua la classifica dei 30 film che più ho amato su Netflix, iniziata con questo post in cui dettagliavo le posizioni dalla 30 alla 21. Come avevo scritto in premessa nel primo post, si tratta di trenta film di trenta registi differenti, per cui abbiamo già lasciato alle spalle alcuni “pezzi da novanta” come Tim Burton, Bernardo Bertolucci, Terrence Malick e Noah Baumbach. La prossima decina è ancor più sfacciatamente americana (8 su 10! Lo so, sono un patetito Hollywood-addicted) con una discreta preminenza della tonalità noir…

Continua a leggere “Due anni di Netflix: 30 film che valgono il prezzo dell’abbonamento (20-11)”

Il collezionista di dvd nell’era dello streaming. Intervista a Adriano Della Starza

collezionista01Il cinema ce lo portiamo tutti a casa. Chi sullo schermo di un pc o di un tablet, chi su una normalissima TV o un megaschermo di ultima generazione tutti noi siamo fruitori dell’ home video; una figliazione naturale di questa visione casalinga è certamente il possesso di dvd e blu-ray, il cui accumulo può portare in molti casi a una vera e propria forma di collezionismo. Abbiamo rivolto alcune domande a Adriano Della Starza, 38 anni, laureato in lettere classiche, insegnante e youtuber di Pontecorvo in provincia di Frosinone (“Con un paese di origine che porta questo nome“, dice, “era inevitabile amare il cinema“) nonchè fornitissimo collezionista in ambito home video. Cresciuto “a pane e film”, la sua incontenibile voglia di parlare di cinema lo ha portato – su consiglio della moglie Daniela – ad aprire un canale su YouTube, Il Collezionista di Ombre, dove carica recensioni di film e gli aggiornamenti della sua preziosa collezione di dvd e blu-ray.

Continua a leggere “Il collezionista di dvd nell’era dello streaming. Intervista a Adriano Della Starza”