i migliori film del decennio (2010-2019): una classifica serissima (e pseudo-oggettiva)

Chi è giunto direttamente su questa pagina, magari tramite i motori di ricerca, si è perso il lungo spiegone su come questa classifica è stata redatta, secondo un metodo che osiamo definire pseudo-scientifico e pseudo-oggettivo. Se vi interessa approfondire il meccanismo potete andare su questa pagina.

Per chi invece si fida sulla parola (o per quelli che arrivano qui dopo aver già letto il predetto spiegone) non perdiamo altro tempo e gettiamoci subito sulla classifica dei venti migliori film del decennio 2010-2019.

I Am Not Your Negro (2017) di Raoul Peck – voto medio 87,9/100

[IMDb: 7,8 su circa 14.800 voti; Letterboxd: 4,03 su circa 15.000 voti; TomatoMeter: 98% su 199 recensioni della critica; MetaScore: 95 su 36 recensioni della critica]

Mad Max: Fury Road (2015) di George Miller – voto medio 88/100

[IMDb: 8,1 su circa 814.000 voti; Letterboxd: 4,19 su circa 290.000 voti; TomatoMeter: 97% su 412 recensioni della critica; MetaScore: 90 su 51 recensioni della critica]

Boyhood (2014) di Richard Linklater – voto medio 88/100

[IMDb: 7,9 su circa 322.000 voti; Letterboxd: 3,79 su circa 131.000 voti; TomatoMeter: 97% su 313 recensioni della critica; MetaScore: 100 su 50 recensioni della critica]

Roma (2018) di Alfonso Cuarón – voto medio 88/100

[IMDb: 7,7 su circa 120.000 voti; Letterboxd: 4,15 su circa 126.000 voti; TomatoMeter: 96% su 373 recensioni della critica; MetaScore: 96 su 50 recensioni della critica]

Storia di un matrimonio (2019) di Noah Baumbach – voto medio 88,2/100

[IMDb: 8,1 su circa 120.000 voti; Letterboxd: 4,18 su circa 147.000 voti; TomatoMeter: 95% su 335 recensioni della critica; MetaScore: 93 su 53 recensioni della critica]

Whiplash (2014) di Damien Chazelle – voto medio 88,2/100

[IMDb: 8,5 su circa 651.000 voti; Letterboxd: 4,34 su circa 246.000 voti; TomatoMeter: 93% su 290 recensioni della critica; MetaScore: 88 su 49 recensioni della critica]

The Irishman (2019) di Martin Scorsese – voto medio 88,3/100

[IMDb: 8,1 su circa 197.000 voti; Letterboxd: 4,11 su circa 122.000 voti; TomatoMeter: 96% su 409 recensioni della critica; MetaScore: 94 su 55 recensioni della critica]

12 anni schiavo (2014) di Steve McQueen – voto medio 88,3/100

[IMDb: 8,1 su circa 598.000 voti; Letterboxd: 4,06 su circa 124.000 voti; TomatoMeter: 95% su 359 recensioni della critica; MetaScore: 96 su 57 recensioni della critica]

Inside Out (2015) di Pete Docter – voto medio 88,3/100

[IMDb: 8,2 su circa 563.000 voti; Letterboxd: 3,96 su circa 247.000 voti; TomatoMeter: 98% su 360 recensioni della critica; MetaScore: 94 su 55 recensioni della critica]

Before Midnight (2013) di Richard Linklater – voto medio 88,4/100

[IMDb: 7,9 su circa 128.000 voti; Letterboxd: 4,12 su circa 54.000 voti; TomatoMeter: 98% su 200 recensioni della critica; MetaScore: 94 su 41 recensioni della critica]

Visages Villages (2018) di Agnès Varda e JR – voto medio 88,4/100

[IMDb: 7,9 su circa 9.200 voti; Letterboxd: 4,07 su circa 15.000 voti; TomatoMeter: 99% su 140 recensioni della critica; MetaScore: 94 su 22 recensioni della critica]

Toy Story 3 – La grande fuga (2010) di Lee Unkrich – voto medio 88,6/100

[IMDb: 8,3 su circa 714.000 voti; Letterboxd: 4,06 su circa 169.000 voti; TomatoMeter: 98% su 305 recensioni della critica; MetaScore: 92 su 39 recensioni della critica]

Moonlight (2017) di Barry Jenkins – voto medio 88,7/100

[IMDb: 7,4 su circa 243.000 voti; Letterboxd: 4,19 su circa 196.000 voti; TomatoMeter: 98% su 366 recensioni della critica; MetaScore: 99 su 53 recensioni della critica]

The Look of Silence (2014) di Joshua Oppenheimer – voto medio 88,9/100

[IMDb: 8,3 su circa 10.600 voti; Letterboxd: 4,22 su circa 9.000 voti; TomatoMeter: 96% su 135 recensioni della critica; MetaScore: 92 su 29 recensioni della critica]

Un affare di famiglia (2018) di Hirokazu Kore-eda – voto medio 89,1/100

[IMDb: 8 su circa 44.300 voti; Letterboxd: 4,21 su circa 56.000 voti; TomatoMeter: 99% su 218 recensioni della critica; MetaScore: 93 su 40 recensioni della critica]

Spider-Man: Un nuovo universo (2018) di R. Rothman, P. Ramsey, B. Persichetti – voto medio 89,3/100

[IMDb: 8,4 su circa 289.000 voti; Letterboxd: 4,45 su circa 266.000 voti; TomatoMeter: 97% su 371 recensioni della critica; MetaScore: 87 su 50 recensioni della critica]

One More Time with Feeling (2016) di Andrew Dominik – voto medio 89,5/100

[IMDb: 8,3 su circa 3.900 voti; Letterboxd: 4,15 su circa 3.200 voti; TomatoMeter: 100% su 24 recensioni della critica; MetaScore: 92 su 14 recensioni della critica]

Una separazione (2011) di Asghar Farhadi – voto medio 90,5/100

[IMDb: 8,3 su circa 205.000 voti; Letterboxd: 4,24 su circa 30.000 voti; TomatoMeter: 99% su 173 recensioni della critica; MetaScore: 95 su 41 recensioni della critica]

Ritratto della giovane in fiamme (2019) di Céline Sciamma – voto medio 90,9/100

[IMDb: 8,3 su circa 11.400 voti; Letterboxd: 4,42 su circa 29.000 voti; TomatoMeter: 97% su 154 recensioni della critica; MetaScore: 95 su 29 recensioni della critica]

Parasite (2019) di Bong Joon-ho – voto medio 93,2/100

[IMDb: 8,6 su circa 145.000 voti; Letterboxd: 4,59 su circa 179.000 voti; TomatoMeter: 99% su 352 recensioni della critica; MetaScore: 96 su 48 recensioni della critica]

***

Ricordiamo soltanto che i dati sono aggiornati al 15 gennaio 2020 e che verranno periodicamente ricalcolati per fornire una classifica quanto più attendibile possibile, soprattutto con riferimento ai voti espressi dal pubblico, in costante evoluzione.