Al cinema: Gamberetti per tutti, di Cédric Le Gallo e Maxime Govare

Volevo scrivere un pezzo sul fatto che al momento in sala ci sono praticamente solo film francesi o francofoni. E io, mannaggia o’ putipù (cit Zorry Kid), li ho visti quasi tutti. Uno (L’anno che verrà) mi è addirittura partito a tradimento, ero andato a vedere un film svedese (o perlomeno ugrofinnico). Esco a chiederne conto e mi dicono “eh c’è un errore nella programmazione, quello non l’abbiamo”; quindi son rientrato e ad un certo punto un omino del cinema mi è comparso accanto e mi ha dato un biglietto omaggio. Che non so dove sia finito, ma inzomma. Beh era una merda.

Quindi dicevo che volevo, ma in realtà si sarebbe ridotto a un luogo zeppo di parole e lamentele per quanto siano brutti ormai i film di Xavier Dolan, e se non si sia a questo punto bruciato tutto il capitale di credibilità e aspettative che si era costruito coi suoi primi film al fulmicotone. Diciamo fino a Mommy? Cioè basta no? Oppure: a che punto diciamo basta? E su quanto fosse brutto pure L’anno che verrà, anche se ho sentito di gente a cui piace.

Continua a leggere “Al cinema: Gamberetti per tutti, di Cédric Le Gallo e Maxime Govare”

Antonio Banderas in dieci ruoli memorabili

Sessant’anni fa, il 10 agosto 1960, a Malaga, in Spagna, nasceva José Antonio Domínguez Bandera, meglio noto come Antonio Banderas, attore, regista e produttore cinematografico spagnolo divenuto famoso, per quanto riguarda la recitazione, con i film di Pedro Almodóvar, con cui debuttò all’inizio degli anni Ottanta (e con cui ha girato ben otto film).

È stato proprio un film del regista di Calzada de Calatrava, Donne sull’orlo di una crisi di nervi, a dargli la notorietà internazionale, che lo porterà a recitare anche in importanti produzioni hollywoodiane.

Dei circa ottanta film cui ha sinora partecipato (e che dovrebbero restare tali, a meno che l’attore cambi idea sul ritiro dalle scene che ha annunciato l’anno scorso), ne abbiamo selezionati dieci, quelli in cui Banderas ha avuto i suoi ruoli più celebri e celebrati.

Continua a leggere “Antonio Banderas in dieci ruoli memorabili”

Auguri a John Landis, il re dei cult anni Ottanta

Non solo Martin Sheen. Oggi è anche il compleanno di John Landis, che ne fa settanta. Il regista americano, nato a Chicago il 3 agosto 1950, è famoso per alcuni film entrati di diritto nella storia del cinema del Novecento.

Quale altro regista può vantare una filmografia che annovera quattro opere unanimemente riconosciute come dei cult uscite in soli cinque anni?

Difficile pensare a un altro nome, soprattutto se i film sono di questo livello. Forse soltanto il Carpenter del periodo 1976-1981 (o 1978-1982). Ma siamo su altri generi.

Continua a leggere “Auguri a John Landis, il re dei cult anni Ottanta”

Martin Sheen in dieci ruoli memorabili

Oggi compie 80 anni Martin Sheen, nome d’arte di Ramón Antonio Gerardo Estévez. L’attore americano, nato a Dayton, Ohio, il 3 agosto del 1940, da padre spagnolo e madre irlandese, è anche il capostipite di una famiglia che, in diversi suoi componenti, si è votata alla settima arte: Martin è infatti padre di Charlie Sheen, anch’egli attore, e di Emilio Estévez, attore e regista (che ha preferito mantenere il nome di famiglia, anziché quello d’arte, come il fratello).

Di formazione teatrale, Martin Sheen ha recitato in circa un centinaio di film per il grande schermo.

Per celebrarlo ne selezioneremo dieci, quelli in cui ha fornito le sue interpretazioni più celebri e/o memorabili.

Continua a leggere “Martin Sheen in dieci ruoli memorabili”

I 50 anni di Christopher Nolan. Vota i suoi migliori film

È uno dei cineasti più celebrati tra quelli della sua generazione e, in generale, del cinema contemporaneo.

Oggi compie cinquant’anni Christopher Nolan, regista, sceneggiatore e produttore cinematografico britannico, nato a Londra il 30 luglio 1970.

I suoi film – molti dei quali ambiscono a diventare dei classici – giocano spesso col fattore tempo, come probabilmente farà la sua prossima fatica, quel Tenet che dovrebbe arrivare nelle sale questa estate, ma la cui data di uscita è già stata rimandata più volte (e anche quella da ultimo indicata del 26 agosto sembra vacillare).

Continua a leggere “I 50 anni di Christopher Nolan. Vota i suoi migliori film”

Su Netflix: La Famiglia Willoughby, di Kris Pearn

La-famiglia-Willoughby-2020-film-posterC’è sempre un certo grado di scetticismo nel momento in cui Netflix presenta un film originale: una ormai lunga tradizione di amare e mediocri sorprese hanno raffreddato gli animi e reso diffidente anche lo spettatore più ottimista. Capita però a volte che, anche nel bel mezzo del periodo più nero della storia contemporanea, una piccola sorpresa arrivi a scaldare il cuore e ridare fiducia nel colosso dello streaming, una sorpresa passata magari per lo più in sordina, non molto pubblicizzata o chiacchierata. Questa è stata la sorte di La Famiglia Willoughby, un piccolo film d’animazione che ho scoperto davvero per caso ma che si è dimostrato un prodotto pregevole e sorprendente, soprattutto per il candore con cui affronta un argomento quantomeno controverso. Ma andiamo con ordine, e vediamo di cosa parla; attenzione, faccio spoiler!

Continua a leggere “Su Netflix: La Famiglia Willoughby, di Kris Pearn”

Speciale Box Office – a un mese dalla riapertura delle sale

Proseguiamo la nostra analisi della situazione che stanno vivendo i cinema a seguito della riapertura (parziale) disposta a partire dal 15 giugno scorso.

Un mese è ormai ampiamente trascorso e si possono iniziare a fare dei ragionamenti su come siano andate le cose, con alcune premesse.

Inutile, allo stato attuale, fare comparazioni tra questo periodo e quello ante Covid (o con lo stesso periodo della scorsa stagione cinematografica). I numeri sono infatti notevolmente più bassi rispetto alla media (i paragoni “anno su anno” sono costantemente sotto di percentuali superiori al 90%, il che significa che gli spettatori di oggi sono meno di un decimo di quelli che un anno fa popolavano le sale nello stesso periodo).

Continua a leggere “Speciale Box Office – a un mese dalla riapertura delle sale”

Cinema & Finanza. Intervista a Monica Catalano

Il cinema come forma di intrattenimento, cultura, formazione e – perché no? – comprensione della realtà circostante. Sì, perché il cinema a volte è in grado di raccontare in modo semplice ed immediato fenomeni molto complessi che accadono attorno a noi. Perché, fin dal suo esordio, ha saputo rappresentare i diversi aspetti della realtà: tracolli e rinascite finanziarie, sogni e speranze, malfattori e onesti. In altre parole, tutta l’umanità.

Ecco perché Monica Catalano, consulente finanziario iscritta all’Albo e Formatore ANASF (Associazione Nazionale Consulenti Finanziari), per il progetto “Economic@mente – metti in conto il tuo futuro”, di formazione presso le scuole secondarie superiori, ha scelto di realizzare un libro Cinema e Finanza – Dalla Bolla dei Tulipani al Coronavirus, un testo che serve a spiegare le crisi economico-finanziarie che avvengono ciclicamente e gli effetti che queste producono sulla vita delle persone.

Continua a leggere “Cinema & Finanza. Intervista a Monica Catalano”

Fellini a piccole dosi, ovvero: i film a episodi del Maestro riminese [Confronti]

Il genio, talvolta, si vede dai dettagli. E la genialità – pura, limpida, cristallina – di Federico Fellini si può ammirare non soltanto nei capolavori universalmente giudicati come tali, cosa che sarebbe fin troppo semplice, e per certi versi un po’ scontata.

La totale dedizione verso il proprio mestiere – e di riflesso verso l’arte cinematografica – di un regista come Fellini emerge in quelle opere che non ti aspetti: quei film a episodi tanto in voga negli anni Cinquanta e, soprattutto, Sessanta.

Opere in cui produttori (spesso, ma non sempre) ispirati riunivano cineasti e/o grandi attori del tempo attorno a un filo conduttore, talvolta molto labile.

Continua a leggere “Fellini a piccole dosi, ovvero: i film a episodi del Maestro riminese [Confronti]”