touch of modern: Easy Rider, di Dennis Hopper

Esattamente cinquant’anni fa, il 12 maggio del 1969, al ventiduesimo Festival di Cannes veniva presentato Easy Rider, quello che diventerà il road movie per eccellenza, un film assolutamente rivoluzionario ed epocale.

Se molti fanno risalire la nascita della Nuova Hollywood ai precedenti Il laureato e Gangster story, con Easy Rider si cancella quanto meno qualsiasi dubbio sul fatto che il cinema americano sia profondamente cambiato e che sul classicismo hollywoodiano si sia definitivamente abbassata la saracinesca.

Il viaggio on the road dei due protagonisti, su quei chopper che hanno fatto epoca, è compiuto verso est (dalla California alla Florida), anziché verso ovest, chiudendo così emblematicamente la tradizione del western e dei pionieri.

Continua a leggere “touch of modern: Easy Rider, di Dennis Hopper”

Cronache semiserie dal TFF, parte terza (gli “altri film”, ovvero: basta con De Palma)

tff 4Scopriamo subito le carte in tavola: in questo terzo (e ultimo) capitolo delle mie cronache dal TFF 2017 parlerò degli “altri film” visti al Torino Film Festival, esclusi quindi quelli di De Palma di cui ho già ampiamente disquisito nei due precedenti articoli (1, 2). Dunque sarà un post più breve dei precedenti, in cui mi ero dilungato oltremodo (anche a causa del numero di film da trattare, 15 ciascuno, contro i 6 di questo articolo).

Giusto per dare una succulenta anticipazione e decidere se farvi proseguire o meno nella lettura (o per indirizzarvi meglio nello scroll) i sei “altri film” sono:  Continua a leggere “Cronache semiserie dal TFF, parte terza (gli “altri film”, ovvero: basta con De Palma)”