Speciale Russia: Festival del Cinema Russo

mv5bzjyzodflmdqtmzi5mi00mzcxltkzytutodllnjjjytnhodnlxkeyxkfqcgdeqxvynte5mtmxndc-_v1_Non di solo Eisenstein (oh, per me, ognuno lo scrive come vuole) e Dziga L’uomo con la macchina da presa Vertov vive ovviamente il cinema in Russia, o di Sokurov in tournée pianosequenziale con le sue elegie nei vari cinefestival europei. A volte nelle grandi città italiane (questa è una cit. da Troppo bbbbelli con Costantino e Daniele, chevvelodicoaffare) partono rassegne a caso di film GRATUITI! Ora, occorre stare parecchio attenti, per accalappiarle, perché il cinema gratis è come la mirra nel presepe, che non s’è mai capito bene che cazzo fosse (?). Continua a leggere “Speciale Russia: Festival del Cinema Russo”

Confronti: The Day After Tomorrow vs. San Andreas. Due disaster movie “ambientali”

disasterAvete presente quei film dove l’umanità o una parte di essa è minacciata da catastrofi epocali, volte a scacciare dalla faccia della Terra qualche centinaio di migliaia di persone, se non milioni (se non miliardi)?

Stiamo parlando dei disaster movie, i film catastrofici che dagli anni Novanta hanno dominato la scena delle pellicole ad alto contenuto di effetti speciali, grazie all’enorme sviluppo che da allora ha avuto la CGI, la grafica computerizzata (o digitale, che dir si voglia).  Continua a leggere “Confronti: The Day After Tomorrow vs. San Andreas. Due disaster movie “ambientali””