Fellini a piccole dosi, ovvero: i film a episodi del Maestro riminese [Confronti]

Il genio, talvolta, si vede dai dettagli. E la genialità – pura, limpida, cristallina – di Federico Fellini si può ammirare non soltanto nei capolavori universalmente giudicati come tali, cosa che sarebbe fin troppo semplice, e per certi versi un po’ scontata.

La totale dedizione verso il proprio mestiere – e di riflesso verso l’arte cinematografica – di un regista come Fellini emerge in quelle opere che non ti aspetti: quei film a episodi tanto in voga negli anni Cinquanta e, soprattutto, Sessanta.

Opere in cui produttori (spesso, ma non sempre) ispirati riunivano cineasti e/o grandi attori del tempo attorno a un filo conduttore, talvolta molto labile.

Continua a leggere “Fellini a piccole dosi, ovvero: i film a episodi del Maestro riminese [Confronti]”

i sondaggi de L’ultimo Spettacolo: vota il capolavoro di Federico Fellini, nel centenario della nascita

20 gennaio 1920. Nasce a Rimini, da padre rappresentante e madre casalinga, Federico Fellini. Gli studi in un Liceo riminese, in pieno Ventennio fascista. La passione per il disegno, le vignette e le caricature. Il trasferimento a Roma, agli inizi del ’39, per svolgere l’attività di giornalista. La collaborazione con l’EIAR e le prime esperienze in ambito cinematografico. La partecipazione alle sceneggiature di film epocali come Roma città aperta e Paisà.

Continua a leggere “i sondaggi de L’ultimo Spettacolo: vota il capolavoro di Federico Fellini, nel centenario della nascita”

oldies but goldies: La dolce vita, di Federico Fellini

Marcello! Come here! Hurry up!

Ladolcevita_locandinaCi voleva il genio visionario di Fellini per omaggiare degnamente il fascino contradditorio della Roma indolente di fine anni Cinquanta, dalle borgate ai folleggianti club notturni, raffinata e mignotta, pagana e bigotta, forse più mito americano che realtà nostrana. Il nostro Speciale sul 70° Festival di Cannes pesca dal suo forziere un’altra pregiatissima Palma d’Oro italiana – dopo aver già affrontato la Palma delle Palme firmata da Visconti – uno dei capolavori di Federico Fellini, forse il più grande regista italiano mai esistito e certamente tra i più eccelsi cineasti a livello mondiale; La dolce vita è una celebrazione dolceamara dello stile di vita esagerato, snob, ridicolo e fanfarone del jet-set col suo ronzante nugolo di paparazzi, una storia sceneggiata senza soluzione di continuità in cui il popolino romano, devoto tanto alle star quanto alle statue, fa le sue incursioni pagliaccesche con i consueti, impagabili caratteristi dell’universo felliniano.

Continua a leggere “oldies but goldies: La dolce vita, di Federico Fellini”