i nostri sondaggi: i 60 anni di Gary Oldman. Vota le sue migliori interpretazioni

gary oldmanLi festeggia alla grande i suoi 60 anni Gary Leonard Oldman, nato a Londra il 21 marzo del 1958. Li festeggia a poche settimane dalla sua definitiva affermazione tra i grandi attori del cinema contemporaneo, dopo aver fatto incetta di premi per l’interpretazione di Winston Churchill in L’ora più buia: in un colpo solo, Oldman si è portato a casa il Premio Oscar, il Golden Globe, il BAFTA e il SAG Award come miglior attore protagonista, un’annata decisamente memorabile.

Continua a leggere “i nostri sondaggi: i 60 anni di Gary Oldman. Vota le sue migliori interpretazioni”

Speciale Oscar 2018: L’ora più buia, di Joe Wright

churchill 1Quello che si è appena concluso verrà ricordato come l’anno dei film sull’evacuazione di Dunkerque, episodio bellico apparentemente secondario nell’economia del secondo conflitto mondiale (non di certo per gli inglesi) che è stato rispolverato da ben due pellicole uscite nel 2017, che insieme hanno raccolto quattordici nomination agli Oscar, tra cui – per entrambe – quella a miglior film. Se quella di Christopher Nolan, uscita in Italia la scorsa estate, si concentrava sulle fasi realizzative dell’Operazione Dynamo, che portò al salvataggio di circa trecentomila soldati intrappolati nella sacca di Dunkerque (o Dunkirk per utilizzare il nome inglese della cittadina, che ha dato il titolo al film), Darkest Hour parla (anche) di quello stesso avvenimento inquadrandolo invece nel contesto del primo mese del premierato di Winston Churchill, succeduto a Neville Chamberlain sulla poltrona di primo ministro britannico proprio nel peggiore dei momenti, quello dell’avanzata inarrestabile delle forze di Hitler nell’Europa occidentale, che sembrava si dovesse trasformare, da un momento all’altro, nell’invasione della Gran Bretagna.  Continua a leggere “Speciale Oscar 2018: L’ora più buia, di Joe Wright”