Su Netflix: Highwaymen – L’ultima imboscata, di John Lee Hancock

Vedere Kevin Costner con le rughe a raggiera attorno agli occhi fa un certo effetto a chi, come me, lo ha visto giovane, gigione e rampante sul grande schermo. Il sex symbol degli anni ’90, quello meno tormentato e più “classicamente hollywoodiano”, ora corricchia con i braccini alti e guardinghi (pronti a parare ogni fatale ruzzolone) e ha il fiatone; viste le parecchie similitudini con l’altro recente noir western targato Netflix, Hell or High Water – per ambientazione, tematica e, appunto, l’eroe anziano, là interpretato da un marmoreo Jeff Bridges – verrebbe da pensare che la regina dello streaming si sia affezionata alla figura del vecchio lupo spelacchiato che ritorna, per onore e senso del dovere, ad annusare le tracce sulla pista.

Continua a leggere “Su Netflix: Highwaymen – L’ultima imboscata, di John Lee Hancock”

Al cinema: The Founder, di John Lee Hancock

the-founder3Già me lo vedo.

The Founder proiettato ai corsi di formazione delle multinazionali, ai master in business administration, ai convegni di agenti e rappresentanti di commercio.

Hollywood si è cimentata in più occasioni con il tema dell’American dream e in questo filone non poteva mancare un biopic su Ray Kroc, venditore porta a porta di frullatori che si trasforma nel titolare di un impero economico della ristorazione, la McDonald’s Corporation.

Continua a leggere “Al cinema: The Founder, di John Lee Hancock”