Al cinema: Cafarnao – Caos e miracoli, di Nadine Labaki

54864PAGELLA

Bambini perfetti: ***

Senso dell’abbandono: *******

Furberia e scaltrezza: ***

Sindrome del “dateme la statuetta”: *********

Di Nadine Labaki avevo visto Caramèl e l’avevo amato tantissimo. Lì, in quel centro estetico casinista nel bel mezzo della Turchia, c’era tanto amore e tanta tristezza da otturare le arterie di tutto il mondo. Nadine come regista e attrice era perfetta e la costruzione dei personaggi non era mai banale. Il dolore non era banale: veniva fuori nella poesia dei momenti di solitudine, nelle inquadrature in cui il personaggio rimaneva abbandonato con la sua mera intimità.

Qui….beh qui è andata diversamente. Qui è andata peggio.

Continua a leggere “Al cinema: Cafarnao – Caos e miracoli, di Nadine Labaki”