i luoghi del cinema: la spiaggia di Dunkirk (a Dunkerque)

La città di Dunkerque, situata nella regione dell’Alta Francia (Hauts de France, ex Nord-Pas-de-Calais) si trova a pochi chilometri dal confine belga (una decina, su per giù) e si presta più facilmente ad una visita per coloro che si trovano a Bruxelles (da cui dista 150 km) o nelle vicine Fiandre (la splendida Bruges è a meno di un’ora d’auto), piuttosto che per coloro che volessero arrivarvi da Parigi (che si trova a circa 300 km più a sud).

Nota per essere un’importante città portuale (è il terzo porto di Francia dopo Marsiglia e Le Havre), Dunkerque è tornata di recente sotto i riflettori dopo l’uscita di un film su cui si erano riversate grandissime attese, il Dunkirk di Christopher Nolan, che ha riportato all’attenzione del mondo intero un episodio della seconda guerra mondiale forse un po’ dimenticato (tranne in Inghilterra) e generalmente ritenuto di secondo piano, quando in realtà risultò fondamentale per lo sviluppo del conflitto sul fronte occidentale (qui una recensione del film e un approfondimento sulle vicende storiche sottostanti).

Il film di Nolan, premiato con tre Oscar (miglior montaggio, miglior sonoro e miglior montaggio sonoro), è stato girato pressoché interamente nella città di Dunkerque (Dunkirk in inglese, con l’accento che si sposta sulla prima sillaba, quando in francese è invece sulla seconda) e in particolare nella spiaggia della città, la Plage de Malo-les-Bains, lunga ben quattro chilometri.

Camminare sul lungomare e affondare i piedi in quella sabbia chiara e fine, con la mente che cerca di immaginare quei drammatici momenti, è un’esperienza decisamente suggestiva, soprattutto in bassa stagione, quando la spiaggia non è affollata dai bagnanti.

Sullo slargo che precede la Passerelle du Grand Large si trova un memoriale che ricorda gli avvenimenti legati all’evacuazione più celebre della seconda guerra mondiale, nonché coloro che caddero in quei drammatici giorni, in quell’episodio che sembrava una disfatta e che invece fu il punto di partenza di una riscossa che sarebbe giunta a pieno compimento soltanto cinque anni dopo.

Superata la passerella e a pochi passi da essa, procedendo verso il centro città, si trova il Musée Dunkerque 1940 – Opération Dynamo, uno spazio espositivo che racconta quegli avvenimenti con dovizia di particolari, tra fotografie, cimeli, armamenti e plastici, utilizzati dalla produzione per ricostruire le vicende narrate nel film e le ambientazioni d’epoca.

5 pensieri riguardo “i luoghi del cinema: la spiaggia di Dunkirk (a Dunkerque)

    1. vero! credo abbia inciso molto la spinta nolaniana verso l’iper-realismo… che del resto è proprio di molti degli autori contemporanei (vedi anche il lavoro fatto da Inarritu in Revenant)…
      ad ogni modo è sempre bello quando ambientazione e location coincidono…

Commenti

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.