i nostri sondaggi: i 60 anni di Steve Buscemi. Vota i suoi ruoli migliori. (E di come si pronuncia Buscemi e del fatto che nei film muore quasi sempre)

steve buscemiSteve Buscemi, signore e signori! L’attore newyorkese di chiare origini italiane (sicule, in particolare) compie oggi sessant’anni. Dopo una lunga gavetta come caratterista di produzioni indipendenti, ha saputo ritagliarsi via via sempre più spazio a Hollywood, soprattutto a partire dagli anni Novanta ed in particolare grazie al sodalizio con i fratelli Coen, uno dei più importanti della sua carriera.

Continua a leggere “i nostri sondaggi: i 60 anni di Steve Buscemi. Vota i suoi ruoli migliori. (E di come si pronuncia Buscemi e del fatto che nei film muore quasi sempre)”

Top 20 western (n.5)

la-locandina-originale-de-il-fiume-rosso-46712Ne mancano solo cinque. Siamo finalmente arrivati alla cinquina d’oro di questa top 20, quei western che – almeno per me e Mattia – difficilmente potranno venir scalzati da visioni future. Da qui in poi vogliamo dedicare più spazio a ciascun film, per cui li tratteremo singolarmente cercando di approfondire alcuni aspetti che riteniamo maggiormente interessanti. Che ve ne pare di questa top 20, siete d’accordo con le nostre scelte? Avreste tolto o aggiunto qualche titolo? Fatecelo sapere nei commenti, intanto partiamo a rotta di collo con una pellicola della United Artists prodotta dal mitico Howard Hawks, da lui stesso diretta con l’ausilio di Arthur Rosson.

Continua a leggere “Top 20 western (n.5)”

Cronache semiserie dal TFF, parte terza (gli “altri film”, ovvero: basta con De Palma)

tff 4Scopriamo subito le carte in tavola: in questo terzo (e ultimo) capitolo delle mie cronache dal TFF 2017 parlerò degli “altri film” visti al Torino Film Festival, esclusi quindi quelli di De Palma di cui ho già ampiamente disquisito nei due precedenti articoli (1, 2). Dunque sarà un post più breve dei precedenti, in cui mi ero dilungato oltremodo (anche a causa del numero di film da trattare, 15 ciascuno, contro i 6 di questo articolo).

Giusto per dare una succulenta anticipazione e decidere se farvi proseguire o meno nella lettura (o per indirizzarvi meglio nello scroll) i sei “altri film” sono:  Continua a leggere “Cronache semiserie dal TFF, parte terza (gli “altri film”, ovvero: basta con De Palma)”

Cronache semiserie dal TFF, parte seconda (con la top 15 dei film di Brian De Palma del periodo 1983-2012)

brian de palma 13Questa volta sarò breve nell’introduzione, lo prometto. E andremo subito al sodo, ossia alla seconda parte della classifica sui migliori film di Brian De Palma (la top 15 più recente, quella del periodo 1983-2012). Però questi due aneddoti ve li devo raccontare, visto che riguardano un film presente proprio in questa classifica. Entrambi hanno a che fare con il tema dei sottotitoli, di cui peraltro avevo già parlato nella prima parte di queste cronache dedicate al 35° Torino Film Festival. Per uno di questi aneddoti dovrò peraltro abbandonare la pudicizia che mi contraddistingue, ma la cosa andava raccontata, fidatevi.  Continua a leggere “Cronache semiserie dal TFF, parte seconda (con la top 15 dei film di Brian De Palma del periodo 1983-2012)”

Cronache semiserie dal Torino Film Festival (con una classifica – serissima – dei migliori film di Brian De Palma)

tff35Finisce un festival del cinema e spergiuri che non guarderai mai più film doppiati. Cascasse il mondo. E dopo due giorni, ovviamente, quel giuramento è già infranto, perché i festival durano una settimana, mica tutto l’anno, e i film li si guardano come sono.

Che poi quella vaga promessa era già stata intaccata nell’attimo in cui Wilt Chamberlain si era seduto nella poltrona davanti alla tua, costringendoti – per riuscire a leggere i sottotitoli – a 120 minuti di inclinazione a 45 gradi del busto, con conseguente torcicollo e lombalgia subacuta. E lì che rimpiangevi Amendola, Pannofino e compagnia bella, e quindi, vabbè, facciamoci anche qualche film doppiato ogni tanto.  Continua a leggere “Cronache semiserie dal Torino Film Festival (con una classifica – serissima – dei migliori film di Brian De Palma)”

Top 20 western (n.7 e n.6)

Top20 western 7-6Un’altra puntata della nostra classifica dei film western più meritevoli. Una lunga cavalcata che ci sta portando vicini al traguardo. Questa volta ci occupiamo di due opere che, al di là dell’averle scelte con Paolo per questa classifica, sono nel mio personale Olimpo delle migliori pellicole di genere e il cui valore, mi auguro, trasparirà almeno un po’ dalle recensioni. Buona lettura (e visione)! Continua a leggere “Top 20 western (n.7 e n.6)”

Speciale Russia: Festival del Cinema Russo

mv5bzjyzodflmdqtmzi5mi00mzcxltkzytutodllnjjjytnhodnlxkeyxkfqcgdeqxvynte5mtmxndc-_v1_Non di solo Eisenstein (oh, per me, ognuno lo scrive come vuole) e Dziga L’uomo con la macchina da presa Vertov vive ovviamente il cinema in Russia, o di Sokurov in tournée pianosequenziale con le sue elegie nei vari cinefestival europei. A volte nelle grandi città italiane (questa è una cit. da Troppo bbbbelli con Costantino e Daniele, chevvelodicoaffare) partono rassegne a caso di film GRATUITI! Ora, occorre stare parecchio attenti, per accalappiarle, perché il cinema gratis è come la mirra nel presepe, che non s’è mai capito bene che cazzo fosse (?). Continua a leggere “Speciale Russia: Festival del Cinema Russo”

i nostri sondaggi: Ridley Scott fa 80 anni. Vota i suoi migliori film

la_ca_1017_exodus_gods_kingsHappy birthday Sir Ridley Scott! Il regista britannico, nato nel nord dell’Inghilterra, compie oggi ottant’anni! E nonostante non sia più un giovanotto, il caro vecchio Ridley fa ancora parlare di sé, come avvenuto di recente nella vicenda Kevin Spacey, in cui il regista ha preso la decisione di escludere l’attore (finito nella bufera molestie sessuali, che impazza a Hollywood ma non solo) dal ruolo di protagonista di Tutti i soldi del mondo, il film su John Paul Getty III, già confezionato e pronto ad uscire nelle sale. Scott (che pare abbia preso da solo questa decisione senza precedenti) lo ha sostituito con Christopher Plummer, rigirando le scene che vedevano protagonista il nonno del ragazzo rapito, Paul Getty.  Continua a leggere “i nostri sondaggi: Ridley Scott fa 80 anni. Vota i suoi migliori film”

Al cinema: The Broken Key, di Louis Nero

the_broken_key 1Un film di fantascienza italiano, con un cast di stelle (forse è meglio dire ex stelle, ma pur sempre dei grandi nomi del cinema) e ambientato a Torino e provincia (oltre a qualche altra località del Piemonte)???

Ammetto di essermi parecchio gasato all’idea, sia perché il cinema italiano difficilmente si imbarca in imprese di questo tipo (la fantascienza, puah!, lasciamola agli americani e continuiamo con i nostri pseudo-drammi sociali e le commedie scollacciate), sia per il fatto di essere riusciti ad arruolare così tanti divi in una produzione completamente italiana, a detta del regista attirati più dalla sceneggiatura che dall’ammontare dei cachet. E poi, last but not least, l’ambientazione (prevalente) nella mia città.

Continua a leggere “Al cinema: The Broken Key, di Louis Nero”

Top 20 western (n.9 e n.8)

western top20 7Le porte del saloon sbatacchiano, gli speroni sferragliano sulle assi del pavimento; eccoci entrati nel gotha del genere western. Alle soglie della nostra top ten incontreremo tanto cinema classico, perchè il western più autentico porta parecchia polvere sugli stivali. In questa occasione vi verranno serviti due shots del nostro miglior blend, sputate il vostro tabacco e preparatevi a buttar giù due capolavori immortali…

Continua a leggere “Top 20 western (n.9 e n.8)”