Julianne Moore in dieci ruoli memorabili

Compie oggi sessant’anni Julianne Moore, straordinaria attrice americana nata a Fort Bragg, Carolina del Nord, il 3 dicembre 1960. Formatasi a teatro, nel Massachusetts, esordisce “solo” a trent’anni sul grande schermo, nel 1990. Se gli anni Novanta saranno quelli del suo exploit, gli anni Duemila e gli anni Dieci saranno invece quelli in cui inizierà ad accumulare premi e riconoscimenti a livello internazionale: la Coppa Volpi a Venezia e l’Orso d’argento a Berlino nel 2003 (per due film differenti, ovviamente, Lontano dal paradiso e The Hours), il Prix d’interprétation féminine a Cannes per Maps to the Stars (2014), e il Golden Globe e l’Oscar nel 2015 per Still Alice (alla sua quinta candidatura agli Academy Awards).

Per celebrarla abbiamo selezionato, come di consueto, dieci tra le sue interpretazioni più celebri, celebrate e memorabili, scelte tra i circa settanta lungometraggi cui ha preso parte.

Continua a leggere “Julianne Moore in dieci ruoli memorabili”

FAREASTREAM: se il festival (di cinema asiatico) diventa permanente

Tutto è iniziato durante l’edizione 2019 del Far East Film Festival (FEFF) quando è stato annunciato che era in progetto la realizzazione di una piattaforma dedicata al cinema asiatico, un’ipotesi che l’attuale emergenza sanitaria ha fatto diventare realtà, dopo aver costretto l’edizione 2020 del FEFF a svolgersi on line.

La piattaforma Fareastream è stata, infatti, attivata lo scorso mese di ottobre con i primi trenta titoli – parte dei quali già passati per il festival -, ai quali si sono aggiunti venti nuovi film (e altri sono previsti in avvenire).

Ogni settimana, per cinque settimane, a partire da venerdì 20 novembre e fino a metà dicembre, verranno caricati quattro film sul catalogo digitale, che continuerà a crescere e proporre agli abbonati il meglio del cinema d’Oriente.

Continua a leggere “FAREASTREAM: se il festival (di cinema asiatico) diventa permanente”

Ed Harris in dieci ruoli memorabili

È uno dei più conosciuti caratteristi della Hollywood degli ultimi decenni, specialmente nel ruolo del duro irreprensibile (e in alcuni casi del villain). Compie oggi settant’anni Ed Harris, attore (ma anche scrittore, produttore e regista – ha diretto due film nella prima decade degli anni Duemila) americano, nato a Englewood, New Jersey, il 28 novembre 1950.

È stato candidato a quattro premi Oscar, tre dei quali per il miglior attore non protagonista, senza mai aggiudicarsi il riconoscimento. Ha invece vinto due Golden Globe, uno per il miglior attore non protagonista per il film The Truman Show e uno per il Miglior attore non protagonista in una serie per Game Change.

Continua a leggere “Ed Harris in dieci ruoli memorabili”

i luoghi del cinema: il giro del Mondo con Werner Herzog

Se c’è un regista che incarna l’idea del giramondo, quello è sicuramente Werner Herzog, autore che, oltre ad essere estremamente prolifico (si contano ad oggi oltre settanta film da lui diretti, includendo cortometraggi, mediometraggi e film per la televisione), ha costruito le sue opere nei luoghi e nei Paesi più svariati, dalla Siberia all’Antartide, dall’Australia alla Patagonia.

Herzog è un regista che ha fatto della natura un elemento costantemente presente nelle sue opere. Ha catturato paesaggi estremi, anche in momenti estremamente complessi, come quelli antecedenti ad eruzioni vulcaniche potenzialmente catastrofiche (come nel caso di La Soufrière, 1977).

Continua a leggere “i luoghi del cinema: il giro del Mondo con Werner Herzog”

Tilda Swinton in dieci ruoli memorabili (più un cameo)

Compie oggi sessant’anni la mitica e bravissima Tilda Swinton, all’anagrafe Katherine Matilda Swinton, nata a Londra il 5 novembre 1960, ma di origini scozzesi.

Formatasi a teatro, abbandonerà presto i palcoscenici per dedicarsi alla settima arte, iniziando una lunga e proficua collaborazione con il regista Derek Jarman, di cui sarà attrice feticcio e musa fino alla sua morte.

L’attrice britannica – apprezzatissima nei circuiti arthouse, ma anche nei film più commerciali – ha al suo attivo una carriera sorprendente, culminata con l’Oscar alla migliore attrice non protagonista ottenuto nel 2008. Eppure – e a parte quel singolo caso – la Swinton non ha goduto di grandi attenzioni da parte dell’Academy, se si pensa che quella era stata la sua unica nomination.

Continua a leggere “Tilda Swinton in dieci ruoli memorabili (più un cameo)”

Addio a Sean Connery

Poco più di due mesi fa, era il 25 agosto, avevamo celebrato i novant’anni di Sean Connery, attore scozzese di cui oggi è giunta la notizia della scomparsa.

Diventato famoso per la sua interpretazione del primo James Bond, l’agente 007 con licenza di uccidere, al servizio di Sua Maestà, Connery seppe presto smarcarsi da quel personaggio sicuramente ingombrante, recitando in moltissimi film, molti dei quali iconici.

Formatosi a teatro con i personaggi shakespeariani, pirandelliani, dei tragici greci e dei classici della letteratura russa, di lui si ricordano anche l’impegno per il separatismo scozzese e le iniziative solidaristiche.

Ha vinto un premio Oscar come attore non protagonista del film di Brian De Palma The Untouchables (1987), per il quale ha ricevuto anche il Golden Globe.

Continua a leggere “Addio a Sean Connery”

contemporary stuff: Zombie contro Zombie, di Shinichiro Ueda

Notte di Halloween, appuntamento classico con i film dell’orrore…Dolcetto o seghetto?

Vampiri, licantropi, zombie, mostruosità varie e tanta paura.

Ma dobbiamo proprio…spaventarci?

Deprimerci alla vista di tanto sangue (finto)?

E se volessimo, invece, visti i tempi, farci una bella risata liberatoria?

Sempre nel solco dell’horror, ovviamente!

Il film c’è e si chiama Zombie contro Zombie, un piccolo capolavoro del cinema indipendente nipponico, che ha riscosso premi e conquistato il pubblico di mezzo mondo.

Continua a leggere “contemporary stuff: Zombie contro Zombie, di Shinichiro Ueda”

5 anni di Netflix Italia – I migliori film Netflix Originals

22 ottobre 2015. In Italia sbarca Netflix, il colosso americano dello streaming che già tanto aveva fatto parlare di sé in tutto il mondo. Dalla sua fondazione, avvenuta nel 2007, Netflix si era guadagnata la posizione di leader di un mercato di cui ancora non si era percepito il potenziale.

A quel tempo aveva già 70 milioni di abbonati in oltre 50 Paesi. Oggi viaggia verso quota 200 milioni, obiettivo che la società californiana conta di raggiungere entro fine 2020.

Il ruolo di questa compagnia – che col tempo è stata copiata da molti grandi competitor internazionali, da ultimo anche dalla Disney – è passato da quello di distributore in streaming di film e serie tv prodotti da altri, a quello – ormai prevalente – di distributore di opere in esclusiva, i cosiddetti Netflix Originals, che col tempo sono diventati sempre più numerosi e, in alcuni casi, di qualità, arrivando ad aggiudicarsi i più ambiti riconoscimenti internazionali.

Continua a leggere “5 anni di Netflix Italia – I migliori film Netflix Originals”

touch of modern: Il nostro agente Flint, di Daniel Mann

Il mondo è in pericolo: tornado, slavine, eruzioni, tempeste flagellano il pianeta senza che nessuno possa fare nulla per impedirlo. Autore di tali e tanti disastri è Galassia, un’organizzazione criminale mondiale guidata da tre scienziati: il dottor Krupov (Rhys Williams), il dottor Wu (Benson Fong) e il dottor Schneider (Peter Brocco).

Convinti di poter migliorare la qualità della vita degli abitanti del pianeta e delusi dal comportamento egoistico dei vari governi, usano la tecnologia in loro possesso per scatenare eventi disastrosi e in questo modo costringere i governanti a sottomettersi al loro volere, rinunciando alle armi e all’energia nucleare.

Il compito di contrastare questa organizzazione è affidato al ZOWIE (Zonal Organization World Intelligence Espionage), guidato da Cramden (Lee J. Cobb), il quale, tuttavia, dopo l’ennesimo fallimento chiede ai rappresentanti delle nazioni di indicare una persona alla quale affidare la missione. Il cervello elettronico, letti i nomi e fatte le dovute operazioni di calcolo, presenta il nome del candidato: l’agente Derek Flint (James Coburn).

Continua a leggere “touch of modern: Il nostro agente Flint, di Daniel Mann”