touch of modern: Conan il barbaro, di John Milius

Fin dal primo articolo uscito su “L’ultimo Spettacolo” avevo già preso la decisione che prima o poi avrei parlato di questo film. E non avrei potuto fare altrimenti, perché fa parte delle opere che ho scelto di inserire nella mia scheda personale assieme a Blade Runner ed Hellzapoppin.

Restava, quindi, da definire due parametri: “in quale momento” e “in che modo”. In altre parole, il periodo adatto e con quale chiave di lettura avrei affrontato l’analisi di un film molto conosciuto e studiato.

Il “quando” è stato risolto scegliendo questo periodo, perché lo vidi per la prima volta una sera d’estate in un cinema all’aperto. Ero con alcuni amici e siamo rimasti tutti così favorevolmente impressionati dal film che ci siamo trattenuti nell’arena per assistere alla seconda proiezione.

Continua a leggere “touch of modern: Conan il barbaro, di John Milius”

touch of modern: Commando, di Mark L. Lester

John Matrix (Arnold Schwarzenegger) è un ex colonnello delle forze speciali, che vive con la figlioletta Jenny (Alyssa Milano) in una sperduta villetta sulle montagne. La sua tranquilla esistenza viene sconvolta dall’arrivo di un commando guidato da un ex commilitone, Bennet (Vernon Wells), che gli rapisce la figlia. Per riaverla dovrà aiutare l’ex dittatore di Valverde Arius (Dan Hedaya) a tornare al potere, uccidendo il presidente in carica. In un primo tempo, Matrix finge di accettare la proposta, ma al momento di prendere il volo per l’isola sfugge al suo accompagnatore e con l’aiuto di una assistente di volo, Cindy (Rae Dawn Chong), incontrata per caso in aeroporto, riesce ad eliminare i suoi avversari e a liberare la figlia.

Continua a leggere “touch of modern: Commando, di Mark L. Lester”

Confronti: Philip Marlowe secondo Hawks e Altman (Il grande sonno vs. Il lungo addio)

marlowe 1Il personaggio di Philip Marlowe fu creato dallo scrittore americano Raymond Chandler sul finire degli anni Trenta. Il primo romanzo che vede protagonista il celebre detective privato è Il grande sonno, del 1939, cui seguiranno altri otto tra romanzi e racconti, che andranno a perfezionare quel sotto-genere del poliziesco chiamato hard-boiled, creato negli anni Venti da Dashiell Hammett. Un genere letterario in cui l’attenzione narrativa si spostava dalle indagini compiute mediante l’analisi deduttiva del luogo del crimine, alla costruzione di un protagonista dalle tinte fosche, un detective che compiva la sua missione finendo spesso invischiato in oscure trame in corso di svolgimento. Tale è il personaggio di Philip Marlowe, i cui libri sono stati oggetto di una decina di trasposizioni cinematografiche, alcune delle quali sono diventate dei capisaldi del genere noirContinua a leggere “Confronti: Philip Marlowe secondo Hawks e Altman (Il grande sonno vs. Il lungo addio)”

i nostri sondaggi: Arnold Schwarzenegger compie 70 anni – vota il suo film più tamarro e quello più simpatico

schwarzyOggi compie 70 anni Arnold Alois Schwarzenegger, vero e proprio personaggio-icona del cinema moderno, principalmente a causa della montagna di muscoli che si porta appresso. Nato in Austria, ma naturalizzato statunitense, prima di fare l’attore Schwarzy è stato un celebre culturista (tra i più grandi di questo sport), sette volte vincitore di Mister Olympia e cinque volte Mister Universo. Dopo essere passato al cinema, ha poi intrapreso la carriera politica, fino a diventare Governatore della California (con il partito repubblicano) per ben due mandati (dal 2003 al 2011).  Continua a leggere “i nostri sondaggi: Arnold Schwarzenegger compie 70 anni – vota il suo film più tamarro e quello più simpatico”